La Regione Puglia approva le linee guida per la riapertura delle attività ricreative.

By in
44

Negli scorsi giorni, il presidente della Regione Puglia ha firmato le linee guida per la riapertura delle attività ricreative. La riapertura, con decorrenza immediata, riguarda le strutture termali e centri benessere, accompagnatori e guide turistiche, circoli culturali e ricreativi. Da lunedì 15 giugno, invece, potranno essere avvitati i cinema e gli spettacoli dal vivo (al chiuso e all’aperto), i servizi per l’infanzia e l’adolescenza, le attività congressuali e i grandi eventi fieristici. All’interno della stessa ordinanza sono state, poi, aggiornate ed integrate le misure di prevenzione e contenimento per alcune attività (manutenzione del verde, noleggio veicoli ed altre attrezzature, commercio al dettaglio su aree pubbliche), già esercitate nel territorio regionale.

Servizi per l’infanzia e l’adolescenza

Le indicazioni si applicano a tutte le opportunità organizzate di socialità e gioco, a carattere diurno, per bambini ed adolescenti. Sarà però necessaria è la sottoscrizione del patto di responsabilità tra l’ente gestore, il personale e i genitori coinvolti per il rispetto delle regole di gestione dei servizi finalizzate al contrasto della diffusione del Covid-19. All’interno della struttura dovrà essere garantita una zona di accoglienza oltre la quale non sarà consentito l’accesso a genitori e accompagnatori, ingresso che, comunque, dovrà essere organizzato su turni per non creare assembramenti. A tutto il personale, bambini e genitori dovrà essere rilevata, quotidianamente la temperatura corporea che non dovrà superare >37.5 °C. In questo caso il soggetto dovrà essere allontanato. Si dovranno privilegiare attività all’aperto e mascherine solo per personale e ragazzi sopra i 12 anni di età. Gel igienizzante nei punti di ingresso e di uscita e disinfezione dei giochi nel caso vengano utilizzati da gruppi differenti. 

Cinema e spettacoli dal vivo, al chiuso e all’aperto

Le indicazioni si applicano a sale cinematografiche, teatri, sale concerti, auditorium, teatri tenda, arene, drive-in e luoghi di spettacolo in genere, al chiuso e all’aperto. In particolare, se la struttura lo consente, è necessario organizzare percorsi separati per l’entrata e l’uscita delle persone, privilegiando, sempre se possibile, l’accesso tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni. Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C. Posti a sedere distanziati di almeno un metro l’uno dall’altro e spettatori e personale dovranno utilizzare la mascherina fino al raggiungimento del proprio posto e ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso. Predisporre gel igienizzanti nei punti di ingresso.  Per spettacoli al chiuso, il numero massimo di spettatori è 200, per quelli all’aperto il numero massimo di spettatori è 1000, installando le strutture per lo stazionamento del pubblico, nella loro più ampia modulazione.

Attività congressuali e grandi eventi fieristici

Le indicazioni si applicano a convegni, congressi, grandi eventi fieristici, convention aziendali ed eventi ad essi assimilabili. Le indicazioni vanno integrate, in funzione dello specifico contesto, con quelle relative alla ristorazione (con particolare riferimento alle modalità di somministrazione a buffet). Il numero massimo dei partecipanti all’evento dovrà essere valutato dagli organizzatori in base alla capienza degli spazi individuati, per poter ridurre l’affollamento e assicurare il distanziamento interpersonale. Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita e prenotazioni on line. Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C. Fermo restando il distanziamento interpersonale di un metro, dovrà essere garantita la regolare pulizia e disinfezione degli ambienti, in ogni caso al termine di ogni attività di un gruppo di utenti, con particolare attenzione alle superfici più frequentemente toccate, ai servizi igienici e alle parti comuni.

Guide e accompagnatori turistici

Le indicazioni si applicano a guide e accompagnatori turistici, nonché alle guide ambientali escursionistiche in natura, compresi i bike-tour e i tour a cavallo. Obbligatorio l’uso della mascherina o della visiera per la guida e l’accompagnatore e per i partecipanti. In caso di visite all’aperto o escursioni in natura, la mascherina va tenuta sempre a portata di mano e indossata qualora non si possa garantire la distanza di sicurezza. Ricorso frequente all’igiene delle mani. Rispetto delle regole di distanziamento e del divieto di assembramento. Organizzare l’attività in piccoli gruppi con massimo 25 partecipanti per le visite guidate all’aperto. 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *